Troppo o niente?

Non so bene dove abbia trovato il coraggio, la follia o l’incoscienza per farlo, ma adesso i lavori “temporanei” sono due. Uno temporaneo in quanto mi pare poco ragionevole spendere una vita lavorativa intera in un lavoro di così basso profilo pur avendo altre potenzialità. L’altro temporaneo in quanto contrattualmente tale in virtù del fatto che tre anni nell’inferno della manovalanza … Continua a leggere

Le speranze non muoiono mai

Non so perché l’ho fatto, di speranze ne ho meno di zero, ma dopo mesi e mesi che non lo facevo più, ho spedito nuovamente un curriculum. Raro, rarissimo, che un’inserzione si spinga fino ai quaranta e oltre, ancora più raro che riguardi esattamente il lavoro che ti è piaciuto di più in vita tua e che è pure il … Continua a leggere

Perseveranza

Passano gli anni e non accade nulla? Accade accade! Il tempo bene o male qualcosa lo fa, nel bene e nel male appunto. Il lavoro è sempre lo stesso, e siamo ormai al terzo anno, da non credere, di un lavoro orrendo che avrebbe dovuto essere provvisorio. C’è chi sostiene che la perseveranza in qualche modo paga e infatti ieri … Continua a leggere

Questione di etichetta

E' ormai cosa risaputa che il lavoro interinale in Italia sia stato interpretato e quindi utilizzato quasi esclusivamente in modalità lungo-precaria, nonostante la legge preveda l'impossibilità di una simile ipotesi al punto da rendere illegale i rinnovi contrattuali ulteriori al quarto. Dove lavoro, per esempio, era consolidato il sistema per il quale si accumulavano i previsti quattro rinnovi, quindi si … Continua a leggere

Proposta indecente

38 ore! Quelle che più e più volte si è cercato di offrire ad una serie di collaboratori part-time, me incluso, tutte le volte con disdegnato rifiuto. Ma come si dirà, tempo indeterminato full-time non era il sogno proibito di questa nuova era precaria?A parte considerato che se la quasi totalità della forza lavoro (scrivanie escluse) è part-time un motivo … Continua a leggere

24 ore

24 ore così ripartite6 – Sonno (2,5 notte / 3,5 pomeriggio)1 – Igiene personale2 – Igiene domestica (ci mancava giusto l'invasione di formiche)3 – Pausa pranzo (niente cena!)3 – Trasferimenti (lavoro casa, casa-lavoro, lavoro casa, casa-lavoro)9 – LAVORO (21.00 gp – 01.30 / 07.30 – 11.00 / 20.00 – 02.30 gs)Per qualcuno sarà anche stata una festa ma per me … Continua a leggere

Una rata al giorno leva i principi di torno

C'é un pensiero che, nonostante il tempo trascorso, continua a girarmi in testa.Nelle tue mani la lettera di assunzione ed una penna; un allegato ti informa che la policy dell'azienda prevede di esibire all'atto dell'assunzione la propria fedina penale.La mente non riesce proprio a sorvolare questi tre basilari pensieri:– Ma la privacy? Che diritto hanno il nazidirettore generale e amministrativi … Continua a leggere

Le feste, quelle degli altri

Ci sono lavori.. lavoratori che lavorano quando gli "altri" festeggiano e che possono festeggiare quando gli altri lavorano. Uno a uno, palla al centro.Ci sono però anche lavoratori che quando gli altri lavorano lavorano pure loro, quando gli altri festeggiano lavorano il doppio e quando gli altri smettono di festeggiare loro continuano a lavorare.Quest'ultimo trascorso è stato il primo fine … Continua a leggere

Diciassette

Diciassette mesi esatti, diciassette mesi e un giorno, 25 giugno 2004 / 25 novembre 2005, diciassette mesi di lavoro continuativo senza un solo periodo di riposo che fosse più lungo di due giorni, unica eccezione, una sola una, il “ponte” di tre giorni a ferragosto 2005. Diciassette mesi per poter infine fruire di una settimana di ferie.

Priorità

Le priorità sono "mobili". Oggi questa, domani quella. La necessità di un lavoro decente lascia spazio all'eterno "lavori in corso " di una casa che stenta sempre di più a diventare tale, chissà se mai lo sarà.Ma anche "casa" deve infine chinare il capo a qualcos'altro; a lei però tocca un destino migliore perché qualcosa di decisamente più nobile incombe. Lavoro, … Continua a leggere